Permessi L. 104/92

I permessi retribuiti legati alla L. 104/92 art. 33 spettano ai lavoratori di enti privati e dal 2009 anche ai dipendenti di enti pubblici. Non spettano ai lavoratori a domicilio, ai lavoratori autonomi, ai lavoratori agricoli a tempo determinato e a giornate nè ai lavoratori domestici c/o famiglie. I permessi sono retribuiti in misura di 3 giorni al mese, anche frazionabili in ore e nel caso di minori, possono essere fruiti alternativamente da entrambi i genitori.

MOLTO IMPORTANTE RICORDARE CHE essi non sono cumulabili ovvero vanno fruiti nel mese in corso altrimenti non hanno più valenza per il mese successivo ( Ad esempio i 3 gg relativi al mese di marzo vanno usufruiti eslcusivamente nello stesso mese) . In alternativa, la L. 104 prevede anche la possibilità di un congedo straordinario di due anni frazionabile come meglio si vuole (1 mese, 4 masi o addirittura i due anni tutti) senza limiti di tempo. Importante sapere però che sui periodi di congedo non verranno calcolati i ratei di tredicesima e per quello stesso periodo non matureranno ferie. (vedi congedi straordinari)
I 3 gg di permesso 104 mensili non sono cumulabili con il periodo dell’allattamento. In altri termini dei  suddetti 3gg si potrà usufruire solo al compimento del 1°anno del bambino susseguentemente al termine del periodo di allattamento.  Però in particolari situazioni di gravità, in cui non bastano le 4 ore per prendersi cura del bambino disabile, il Messaggio INPS 11784 del 9/5/2007 stabilisce che essi possano essere cumulati qualora il dirigente della sede Inps di zona ne ravvisi la necessità e ne rilasci certificazione.
Come ottenere questi permessi.
La domanda dovrà essere presentata all’Inps e una copia  protocollata pre gg spettanti presso il proprio datore di lavoro. Va presentata una unica volta e la sua scadenza è legata alla data di revisione se presente sul verbale rilasciato dalla commissione medica (Ricordo che normalmente le persone con sdD non sono soggette a rivedibilità e che quando sul verbale c’è una data di revisione è stata decisa dalla commissione erroneamente – vedi QUI). Alla domanda dovrà essere allegato verbale della Commissione medica in cui si evidenzia la data di revisione e il referto del cariotipo. I permessi possono essere fruibili da subito non appena la domanda sarà protocollata dall’ufficio del personale.Fonti:
http://www.inps.it
http://www.handylex.org

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: