Cosa è corretto dire

Quando nasce un bimbo con una disabilità, può accadere che i genitori provino disagio a comunicare la notizia al resto dei parenti e agli amici. Un disagio dettato dal fatto che, talvolta, ciò che dovranno spiegare è ancora incomprensibile a loro stessi e che  nasce dalla non conoscenza e dalla paura per ciò che non si conosce. Spesso, quando diciamo che nostro figlio è nato con la sdD, capita che ci si senta dire un “Mi dispiace” frettoloso tra stupore ed imbarazzo iniziale e tu rimani lì un attimo interdetta perchè tuo figlio è bello e vitale chiedendoti perchè quel mi dispiace risuona come la solita frase di circostanza davanti ad una notizia poco felice.

Mostrarsi alla gente sereni e dire con tranquillità che nostro figlio ha la sdD, a volte,  può essere terapeutico mentre fingere che non sia accaduto niente rischia di prolungare la confusione dei primi tempi. Spiegare la sdD ai nostri interlocutori è importante affinchè possano allontanarsi dal vecchio stereotipo, dai termini che nel tempo si sono trasformati in vocaboli offensivi come “mongolo” o “mongoloide”, termini bruttissimi che ancora oggi, purtroppo, vengono utilizzati per schernire o deridere. Alcune  parole o alcuni atteggiamenti, talvolta anche inconsapevoli, possano ferire in prima persona  chi vive la disabilità per cui, affinchè situazioni così capitino sempre meno, è importante che si faccia informazione. “Spiegando”, inoltre,si può, e me lo auguro, contribuire anche in minima parte alla sgretolazione dei pregiudizi  sulle persone con sdD che ancora sono tanto radicati. Avere un figlio con sdD non è una catastrofe nè  un lutto, anzi in qualche modo può essere anche una rinascita perchè  nonostante le difficoltà e le paure, le famiglie che hanno un figlio con disabilità, possono andare avanti grazie all’amore, alla caparbietà e alla fiducia.
In questo post, sostanzialmente informativo, mi avvalgo di uno schema diffuso tempo fa dal Coordown (Coordinamento Nazionale Associazione di Persone con Sindrome di Down) che ho modificato leggermente inserendo anche alcune informazioni in più, forse a qualcuno note ad altre no!

NON SI DICE

È CORRETTO DIRE

MONGOLOIDE – Chi è?
E’ riferito alla popolazione caucasica, la vecchia Mongolia, i cui abitanti  avevano, tra le caratteristiche somatiche, il taglio a mandorla dell’occhio che  serviva loro per proteggersi dal vento e dal clima rigido.
Per il particolare taglio dell’occhio questo termine fu associato alla persona con  sindrome di Down e con il tempo è stato coniato per identificare chi aveva ritardi  mentali fino a divenire un termine dispregiativo
                bambino/ragazzo/persona

                 con sindrome di Down

      AFFETTO DA SINDROME DI DOWN
La parola “affetto” si usa

in presenza di una malattia

                 Ha la/con sindrome di Down
     UN BAMBINO DOWN/PERSONA DOWN

Non è corretto dire “E’ down”

perchè non è una specie a parte

          Un bambino/ragazzo/persona

           CON sindrome di Down o CHE HA                                       la sindrome di Down

    RITARDATO/HANDICAPPATO

termini  prettamente  clinici che col tempo

sono stati coniati come offensivi

                      Con disabilità intellettiva
     MALATTIA

(relativa a sindrome di Down)

Perchè non è una malattia

                   Condizione genetica
               sindrome Down (come abbreviazione)                   sdD (sindrome di Down, come abbreviazione)
Le parole in libertà
facciamole diventare note
di una dolce melodia!
 

2 commenti su “Cosa è corretto dire

  1. sai come li chiamo io…”i miei ragazzi speciali”
    ma tutto quello che hai scritto è prezioso e giusto
    la sindrome di Down non è una malattia, ma è difficile da far percepire questa cosa lale persone
    VAleria

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: