Psicomotricità

Recenti studi hanno dimostrato che la vita psichica di un individuo inizia nell’utero materno grazie alle sensazioni e alle esperienze corporee che il feto vive durante la sua vita uterina. Il suo primordiale linguaggio, pertanto, sarà quello del corpo e del suo movimento. Possiamo dire, quindi, che la psicomotricità è la pratica motoria con cui il bambino attraversa le sue fasi di crescita durante le quali sperimenta relazioni, affetti e cognizioni.

La pratica psicomotoria considera il bambino nella sua totalità, all’interno della sua sfera relazionale usando il corpo come strumento espressivo e difatti, grazie al movimento,  egli  impara a percepire sé stesso entrando in relazione con l’ambiente e l’educatore che farà da mediatore, ovvero colui che gli organizzerà gli stimoli adatti a generargli cambiamenti positivi dal punto di vista cognitivo.

Attraverso la psicomotricità, il bambino amplia la sua sfera comunicativa, affina la capacità di osservazione e  di empatia e grazie al gioco sviluppa  i  suoi tre saperi: sapere, saper fare e saper essere che sono fondamentali per un corretto ed equilibrato sviluppo.

Riepilogando la psicomotricità, laddove non si necessiti di fisioterapia medica specifica, è favorevolmente indicata in presenza di ritardi mentali in quanto essa punta a sviluppare armoniosamente psiche e corpo, contribuisce alla presa di coscienza di sé e delle proprie capacità da poter impiegare sia nelle relazioni interpersonali che in quelle ambientali.

DSC_0283-crop

La Psicomotricità è un intervento orientato al superamento di diverse difficoltà:

  • bambini con difficoltà di coordinazione e impaccio psicomotorio nella motricità grossolana e/o fine.
  • bambini con difficoltà a controllare l’emozione o al contrario eccessivamente inibiti.
  • bambini iperattivi o con temperamento oppositivo-provocatorio.
  • bambini con carenti capacità di simbolizzazione.
  • bambini che presentano difficoltà a rappresentare ad esempio attraverso il disegno.
  • bambini che non riescono a rispettare i turni di gioco o che hanno difficoltà a prendere distanza dagli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: